Gianni Roio

Nome: Gianni Roio (nickname: smoker).

Provenienza: Spoltore (PE).Iscritto alla Associazione Acquariofili Abruzzesi:Si, da 3 anni sono socio AAA.Gavetta acquariofila:Da 8 anni mi cimento in questo hobby fantastico con diversi cambiamenti man mano che acquisivo un pò di esperienza.
Ho iniziato con un piccolo acquario da 60 l in cui avevo messo all'inizio dei pesci rossi e già dopo il secondo mese avevo gia smantellato tutto e sotto i consigli del mio pet shop ho provato ad allestire un acquario per guppy ed è andato tutto bene per gli altri 3 anni futuri intanto della vasca sono entrati a far parte anche 2 platy.
Poi la svolta a casa mia entrò internet e mi si aprì un mondo che neanche lontanamente immaginavo;notizie ,schede, recenzioni,un sacco di "amici" pronti a darti man forte e consigli a tutto spiano.
Nel frattempo acquistai il mio primo 100l che ospitava all' epoca guppy,black molly e portaspada e qualche pianta finta.
Un giorno poi, mentre andavo a trovare Carmine (l'amico che si occupa degli animali da passeri) vengo a sapere che alcuni soci dell' Associazione, sino ad allora a me sconosciuta, avevano dato vita ad un corso suddiviso in 10 settimane se non ricordo male...completamente gratis!
Ovviamente mi iscrissi e lo frequentai .
Fu molto istruttivo, e grazie a Maurizio e Fabrizio mi iscrissi all' Associazione.
Incominciai ad attingere alla biblioteca dell' Associazione curata dal grande Amedeo, finchè un giorno mi capitò tra le mani il libro della Walstad...
Fu una rivelazione e una svolta; finalmente potevo provare con un acquario di piante senza spendere un infinità di soldi e così nacque, dopo molte altre ricerche e esperimenti a casa in vaschette di fortuna,il mio plantacquario.


Il primo plantacquario di Gianni


Un bel Discus, no?

Descrizione vasca:
Attualmente possiedo 4 vasche:

Prima vasca: Capacità 100 lt temperato con filtro esterno fondo di argilla e ghiaino finissimo nel quale ospito il mio ryukin un chicco di riso xxl e un orifiamma xxl,e come vegetazione echinodorus. L'illuminazione tralaltro non la adopero quasi mai perchè nella stanza dove ci sono gli acquari ho delle finestre a soffito senza oscuranti, quindi prendono luce per tutta la durata del giorno. L' impianto è comunque composto da 2 lampade da 25w t8 ( Arcadia freshwater 7500°kelvin + Sera Bluesky da 12000°kelvin).


Uno dei tre "grassi" e bellissimi abitanti...

Seconda vasca:
Un 120 lt amazzonico, anche questo con filtro esterno ed illuminazione composta da 3 lampade ( 1 25w ed una 18w Sylvania Acquastar 10000° kelvin + 1 18w Sera Bluesky da 12000° k kelvin). A completamento della tecnica della vasca, un cavetto riscaldante da 25w, un filtro esterno ed un impianto co2.
Come fondo un "intruglio" da me formulato, composto da Akadama terriccio e carbone.
In questo acquario ospito al momento alcuni Guppy wingei e normali e 4 Ancistrus.


Particolare tecnico della vasca


Vasca appena allestita, notare il fondo..

Terza vasca:
Acquario temperato, composto da una vaschetta di plastica da 40 L sempre con metodo Walstad, fondo di terra.
Piante : muschio di Giava, Anubias nana e Photos.
Gli ospiti sono un orifiamma e un pesce rosso , entrambi nati alla Butterfly farm di Montesilvano, riportati a casa ancora avannotti.
Ho attrezzato questa vaschetta per loro da agosto 2007 e non ho mai cambiato l'acqua (soltanto quella di rabbocco).
Il filtro non esiste, soltanto una piccolissima pompa per il movimento (tralaltro regolata al minimo), illuminazione assente ( l'ho posizionato vicino ad una finestra).
I valori ,nonostante il carico organico, restano buoni.
Le pareti dell'acquarietto, incrostate di alghe verdi semplici, vengono pulite in continuazione dai pesci che ne vanno matti.
L' acqua è limpida più di quella che mi esce dal rubinetto ( non posso mettere le foto perchè ho la macchinetta che fa schifo ).
Posso dire che il metodo Walstad funziona a dispetto di quelli che, quando usci il libro, lo snobbarono sconsigliando agli acquariofili come me di tentare un approccio così "nature".
Quarta vasca:
Un 30 lt tutto Asiatico, che adesso ho smontato perchè lo attrezzo solo in estate provando per fortuna con successo a riprodurre i Betta splendens.
La vaschetta conta comunque su un termoriscaldatore 50w (che uso solo prima dell' accoppiamento ), un divisorio per il maschio, nessun fondo e senza filtro.
Il filtraggio è affidato alle sole piante, che ospito in quantità (Lemna minor, Egeria densa e Pistia stratoides); movimento ed illuminazione assente, la vaschetta è messa all'esterno al coperto.
Le larve le metto in contenitori da 1lt con una piccola Pistia e 2 fili di Egeria che sono più che sufficienti per depurare l'acqua degli avannotti pe 2\3 gg.
Una volta cresciuti faccio poi una sorta di piramide utilizzando una pompa che prende acqua dalla vasca principale, rimette acqua al contenitore più alto e a cascata rientra nella vasca principale .

Considerazioni personali:
Per il futuro vorrei tentare di allestire un marino; ho voglia di scoprire anche questo mondo.
Se riesco a finire di trovare gli "ingredienti", vorrei provare ad effettuare una riproduzione meristatica di piante d'acquario.
Speriamo di riuscirci per quest'inverno, altrimenti rimanderò al prossimo( per questa cosa ci serve il freddo ).


Amazzonico, scorcio di acquario

 

Ringraziamenti:
Vorrei, avendone la possibilità, ringraziare pubblicamente Carmine (il commesso di Passeri) divenuto con il tempo anche un buon amico per aver risolto, provveduto ed esaudito ogni mia necessità... grazie!
Grazie anche ad Amedeo, sempre disponibile e a Livio, per me la vera forza dell' AAA ( ...continua così sei un grande!!).
Un ringraziamento particolare anche a Renato che ci osserva dall'altra parte del mondo... grazie per non avere peli sulla lingua per quanto riguarda critiche e elogi.
Un grazie infine a questo forum e a quello di Aquaportal,sempre disponibilissimi....
Ok, ora ho finito con gli slinguazzamenti ... :)

Trackback(0)
feed0 Commenti

Scrivi commento
 
 
quote
bold
italicize
underline
strike
url
image
quote
quote
smile
wink
laugh
grin
angry
sad
shocked
cool
tongue
kiss
cry
più piccolo | più grande
 

security image
Scrivi i caratteri mostrati


busy